Cadeo | La Storia di Cadeo | Turismo a Cadeo | Ristoranti | Mappa | Contattaci | Links

Navigare Facile

La Storia di Cadeo

Breve Storia di Cadeo

Il nome Cadeo deriva probabilmente da "Casa di Dio", l'ospizio costruito agli inizi del XII secolo dai coniugi Gandolfo e Gilda per accogliere i viaggiatori ed attorno al quale si è sviluppato il primo nucleo cittadino.

Cadeo sorgeva, infatti, lungo la Via Franchigena (nota anche come Romea), una strada fra le più importanti del Medioevo facendo parte dell'itinerario che conduceva ai maggiori luoghi sacri: Roma, Gerusalemme e Santiago de Compostela.

Nel Medioevo questo comune piacentino rappresentava, pertanto, un punto di riferimento per i pellegrini e per i poveri bisognosi di un riparo e di cure, oltre ad essere un florido borgo situato in una fertile pianura e diverse furono le famiglie che cercarono di affermare la propria supremazia su Cadeo. 

Dove

Tra le lotte più significative ricordiamo quelle che contrapposero guelfi e ghibellini e le casate dei Piccinino e degli Sforza, le quali causarono anche la distruzione del locale castello e terminarono con la vittoria di Gian Galeazzo Sforza.

Nel Quattrocento il Duca di Milano consegnò quindi Cadeo ai Canonici Lateranensi, i quali lo amministrarono per un lungo periodo, fino a quando passò all'Opera Pia Alberoni nel XIX secolo.

Nel 1807, in piena età napoleonica, nacque ufficialmente il comune di Cadeo, mentre per lo stemma bisognò attendere il 1923 quando Benito Mussolini, in visita a Piacenza, conferì il gonfalone nel quale spicca l'edificio più celebre di Cadeo: la Casa di Dio che accolse i viandanti nel Medioevo.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Risorse Attinenti